Crea sito

Risorse

Chi è ON LINE

 22 visitatori online
Quale è il tuo cartone Preferito
 
WOP!WEB Servizi per siti web... GRATIS!
http://www.wikio.it
registra
Aumenta le visite al tuo sito... TraffiC BoOm!

Motore ricerca interno

Heidi Storia e curiosità

 

Clicca sul cartone animato per vedere le puntate,  per  ascoltare  gli Mp3 o vedere il video della Sigla  oppure prosegui e leggine la storia e le curiosità

 

Heidi (アルプスの少女ハイジ,, Arupusu no Shōjo Haiji), basato sull'omonimo romanzo per ragazzi scritto nel 1880 dall'autrice svizzera Johanna Spyri, è un celebre anime co-prodotto nel 1974 dallo studio di animazione giapponese Zuiyo Eizo (da cui più tardi nacque la Nippon Animation) e dalla tedesca Taurus Film e diretto da Isao Takahata. Hayao Miyazaki ha disegnato le scene e il layout.

Heidi è uno dei molti anime del World Masterpiece Theater, tratti da diversi classici occidentali della letteratura per ragazzi.

 

Trama

Heidi è rimasta orfana in tenera età e sua zia Deith si è presa cura di lei fino all'età di 5 anni. Ma la zia trova lavoro a Francoforte e non può più occuparsi della bambina: è quindi costretta ad affidarla all'unico suo parente ancora in vita, il nonno da tutti conosciuto come "il vecchio dell'Alpe" uomo burbero e misantropo, che vive in una casetta di montagna isolato da tutti. Il vecchio prende in casa la bambina di malavoglia, ma la simpatia e l'innocenza di Heidi hanno subito la meglio della sua ruvida scorza di uomo burbero.

 

Molto velocemente Heidi, smessi gli abiti da cittadina quale era stata fino a quel giorno, si abitua alla vita della montagna con la sua natura incontaminata, ogni giorno alla scoperta delle cose meravigliose che la montagna le offre. Incontra Peter, un pastorello che si occupa delle pecore del nonno, che diventerà subito il suo più grande amico.

Immediatamente il nonno si rende conto quindi che Heidi, che inizialmente lui aveva reputato quasi un peso ed un'inutile distrazione dal suo isolamento, diventa un supporto indispensabile per la sua vita solitaria ed un valido aiuto anche per le incombenze di tutti i giorni. Heidi infatti si occuperà dei lavori domestici, della cura delle pecore e della preparazione del formaggio di capra, che poi il nonno andrà a vendere al villaggio sottostante.

La zia Deith è comunque convinta che non sia giusto che la piccola viva a lungo con il vecchio misantropo isolata su in montagna. Ritorna quindi da Francoforte dopo aver trovato per Heidi l'occasione di vivere a casa di una famiglia dove abita Clara, una ragazzina di 10 anni costretta su una sedia a rotelle da una malattia. Heidi sarebbe dovuta diventare quindi una sorta di "dama di compagnia" di Clara.

Heidi è costretta quindi ad abbandonare il nonno e i suoi amati pascoli e si ritrova catapultata nella frenetica Francoforte. Al suo arrivo nella sua nuova casa, la bambina prova subito un'istintiva e ricambiata simpatia per Clara, ma stenta ad inserirsi nei ritmi di vita della sua nuova famiglia, osteggiata anche dalla signora Rottenmeier, l'arcigna governante della casa ed istitutrice di Clara. Fortunatamente la nonna di Clara, che ogni tanto va a trovare la nipote riesce a comprendere Heidi e il suo carattere solare, le è di conforto e l'aiuta a sopportare meglio la lontananza dal suo amato mondo di montagna.

Heidi, dopo molte difficoltà, riesce a convincere la nonna ed il padre di Clara a portare la ragazzina in montagna per una breve vacanza, durante la quale l'amica, rinvigorita dall'aria salubre e dal cibo sano, riuscirà anche ad abbandonare la sedia a rotelle e a camminare. Alla fine Heidi ritornerà quindi definitivamente a vivere a casa del nonno, senza però dimenticare Clara, la sua grande amica di Francoforte.

Differenze col romanzo

L'anime approfondisce numerosi temi, situazioni e personaggi su cui il libro sorvola (come lo stesso Peter) o non cita affatto, rimanendo allo stesso tempo molto fedele allo stile e allo spirito della Spyri.

I primi anni sull'alpe, per esempio, vengono concentrati in pochi capitoli. Peter ha un ruolo solo agli ultimi capitoli, presentandosi sempre e per nulla amichevole con Clara, della quale distrugge la carrozzella. Anche la signorina Rottenmeier è poco rappresentata e, soprattutto, non raggiungerà mai l'alpe con Clara, che invece vi si trasferisce fin dall'inizio con la nonna. Papà Seseman e il dottor Classen sono amici e si danno del tu, mentre nella serie animata vi è una qualche deferenza del dottore. Classen, inoltre, nel corso del racconto perderà moglie e figlia.

Di non poca importanza, soprattutto nella seconda parte del romanzo, è il ruolo assunto dalla fede in Dio, al quale tutti si rivolgono più volte in preghiera. Infine, ulteriore discordanza, il nonno di Heidi, al ritorno della nipotina, si reinserisce nella vita del paese.

Edizione italiana

In Italia, uno dei paesi dove la serie ha avuto maggior successo, l'anime venne trasmesso per la prima volta su Rai 1 il 7 febbraio del 1978, con la celebre sigla di Elisabetta Viviani che ebbe un inatteso successo anche nelle compilation di musica. La sigla originale giapponese invece è cantata da Mitsuko Horie. Passata nel tempo dalle reti RAI a quelle Mediaset, il cartone è stato trasmesso ripetutamente, dato il sempre buon livello d'ascolto.

Ascolti Tv

Nella replica del 2008 ha registrato una media del 42% nel target 4-14 anni e uno share generale, spesso, intorno al 20% (anche nella replica successiva del 2009/2010 e nelle repliche delle stagioni televisive antecedenti).

Personaggi principali

  • Heidi: la protagonista della serie. All'inizio della serie ha 5 anni ma quando incontrerà Clara ne avrà 8; vivace, solare, simpatica e molto altruista le sue qualità. Adora le "sue" montagne e aspetta con ansia l'arrivo di Peter con il gregge tutte le mattine, per unirsi a lui e raggiungere gli alti pascoli. Adora gli animali e correre a piedi scalzi. Pur essendo molto giovane impara parecchi lavori manuali.
  • Peter: co-protagonista della serie è un bambino di 12 anni. Nella stagioni Primavera e Estate porta le capre degli abitanti del paese ai pascoli in alta montagna e viene ricompensato per questo. Generoso con tutti, e molto orgoglioso. Diventa subito amico di Heidi.
  • Clara: è una bambina di 12 anni, figlia del signor Seseman ed orfana di madre. È dolce e molto intelligente. Vive dalla nascita su una sedia a rotelle poiché affetta da poliomielite e di conseguenza paralizzata. Di lei e della sua educazione si occupa la signorina Rottenmeier, che rende le sue giornate noiose. Non ha mai avuto possibilità di avere un'amica fino a quando non arriva Heidi a Francoforte. Presto le due bambine diventano amiche, studiando assieme e facendo tanti giochi. L'anno successivo Clara viene condotta in montagna a trovare Heidi, ma lo scopo del viaggio è anche quello di far cambiare aria alla bambina per tentare di farla camminare, come sperano sia il nonno di Heidi che il dottore. Con tanto esercizio e volontà Clara riuscirà finalmente a camminare, e i Seseman per sdebitarsi faranno portare Clara da Heidi ogni primavera.
  • Nonno di Heidi: vive eremita con il cane Nebbia in una baita, lascia il paese per via del suo carattere molto introverso. La gente del villaggio lo chiama "vecchio dell'Alpe" o "vecchio orso". Scende in paese solo poche volte l'anno per barattare il suo formaggio con del pane, ma la sua vita cambierà radicalmente con l'arrivo di Heidi.
  • Nonna di Peter: viene chiamata nonna anche da Heidi, è cieca. Passa la maggior parte del suo tempo a filare la lana. Tratterà Heidi come una seconda nipote.
  • Brigida: è la mamma di Peter. Vive in una casa alquanto malandata appena fuori paese insieme a sua madre e Peter.
  • Signorina Rottenmeier: è l'istitutrice di Clara Seseman, nubile. È una donna molto severa, mai allegra, che esige sempre la disciplina in casa. Renderà la vita difficile ad Heidi spesso maltrattandola, chiama Heidi sempre con il nome esteso, Adelaide. Malsopportata da tutti, anche dal nonno di Heidi, è una donna molto apprensiva verso le bambine che le sono state affidate.
  • Sebastiano: è uno dei due servi di casa Seseman assieme a Tinette. È un uomo buono e gentile, sempre con il sorriso pronto. Conosce bene ogni angolo di casa Seseman e sarà lui a riaccompagnare Heidi a casa dal nonno (dove ritornerà una seconda volta, in occasione della visita di Clara in montagna).
  • Tinette: è la cuoca e cameriera in casa Seseman. Teme la signorina Rottenmeier e sembra che Heidi non le vada molto a genio.
  • Giovanni: è il cocchiere dei Seseman, vuole bene a Heidi, ed è molto amico di Sebastiano.
  • Signor Seseman: il padre di Clara, ha impegni di lavoro a Parigi ed è quasi sempre fuori casa. Vuole molto bene a Clara e anche ad Heidi, tanto da trattarla come una seconda figlia. Il suo nome è molto influente a Francoforte, tutti in città conoscono la famiglia Seseman.
  • Dottore: è il medico curante di Clara Seseman fin dalla sua nascita. Conosce per la prima volta Heidi mentre passeggia per la città, bevendo una tazza di acqua di una fontana.

Sarà lui a scoprire che Heidi soffre di nostalgia per le sue montagne, riportandola a casa dal suo nonno. Ricomparirà nuovamente in occasione del sopralluogo della baita del nonno di Heidi in montagna. Lui e il nonno sperano che un giorno Clara potrà camminare.

  • Signora Seseman: la nonna di Clara, va spesso a trovare la nipotina a Francoforte e si affeziona molto alla piccola Heidi, che reputa una presenza molto importante per la salute di Clara. È una donna vulcanica, sempre con tante nuove idee e nuovi giochi per le due bambine. Malsopporta la Signora Rottenmeier per il suo carattere troppo rigido.
  • Zia Deith: è la zia di Heidi, sorella di Adelaide, la mamma di Heidi. Dopo la morte di Adelaide, Heidi viene affidata a Deith e alla vecchia zia Ursula. Dopo qualche anno Deith trova lavoro a Francoforte come cameriera, e non potendo più badare ad Heidi la lascia dal nonno paterno, ultimo parente rimasto ad Heidi. Tornerà da loro tre anni dopo trasformata in una vera cittadina, per portare via Heidi da suo nonno (con l'inganno) e condurla a Francoforte in casa Seseman come compagna di giochi per Clara.

Errori

  • Prima di prendere il treno per Francoforte con la zia Deith, Heidi riceve in dono dalla zia un sacchetto di dolciumi che non gradisce e che butta a terra per protesta, dopo aver scoperto che non sarebbe tornata a casa dal nonno. Nell'inquadratura successiva, il pacchetto, che dovrebbe essere ai piedi di Heidi, è sparito.
  • A Francoforte, un suonatore ambulante, interpellato da Heidi per ricevere informazioni, chiede in cambio dalla ragazzina 200 lire, nonostante in Germania la moneta fosse il marco. È un probabile errore di traduzione italiana.
  • Durante una lezione di geografia di Heidi e Clara a Francoforte, appare una scena con inquadrata una cartina dell'Europa che, con evidente anacronismo, riflette la situazione politica europea della seconda metà del XX secolo (le due Germanie, l'Austria separata dall'Ungheria e dalla Jugoslavia, ecc.).

Film

Nel 1979, sempre dalla Zuiyo (ormai entità separata dalla Nippon Animation)che assunse gran parte dello staff che aveva lavorato nella serie televisiva, venne prodotto un lungometraggio riassuntivo della serie . Tutto il cast di doppiatori, eccetto Kazuko Sugiyama e Kohei Miyauchi, voci di Heidi e del nonno, fu rimpiazzato. Il film fu anche l'unica versione cinematografica in lingua inglese dell'anime commercializzato negli Stati Uniti in VHS negli anni ottanta.

Censura

Nel 2007 in Turchia, il libro illustrato tratto dalla serie e pubblicato dalla casa editrice turca Karanfil, è stato sottoposto ad una parziale censura: seguendo i dettami del Ministero dell'Educazione di Ankara, sono state ritoccate le figure in cui la bambina, correndo, mostrava parzialmente i mutandoni; inoltre alla signora Seseman sono stati fatti indossare la tunica e l'"hijab". Il presidente turco Mustafa Gul, musulmano moderato, ha preso le distanze da queste scelte.

 
 

Template BlackPipeMOD © by Milo Lopez